LE NOSTRE 5 SFIDE PER IL 2015

Il nostro ‘annual meeting’ di venerdì 19 dicembre è stata un’occasione – oltre che di confronto e allineamento – per guardare alle prospettive per il 2015 e fare il punto sulle 5 aree di lavoro su cui vale la pena concentrarsi: 

 

 

Ripercorriamo insieme i 5 punti toccati dalle slide:

1. Progettare per l’ultimo miliardo di persone: cogliamo la sfida di Nicholas Negroponte – Direttore del MIT Media Lab – di connettere le comunità ‘rurali’ (guarda il TED dal minuto 16:15).

Non le comunità povere (la povertà è creata dalla nostra società), ma quelle culture che vivono senza elettricità e si servono dei ‘folk media’ per comunicare.

2. Tempo: i quattro segmenti significativi da tener presenti per progettare servizi innovativi sono collocabili su una mappa di posizionamento a 4 quadranti. Sulle ascisse il grado di potere d’acquisto basato sul reddito e sulle ordinate la minore o maggiore disponibilità di tempo.

La sfida è quella di saper progettare sempre di più per i cosiddetti ‘bersagli mobili’, ovvero per persone che acquisteranno e riceveranno merci e servizi sempre di più in mobilità. 

3. Empatia: essere in grado di raccogliere dati relativi a questa attitudine e saperli utilizzare, soprattutto per colmare il divario tra mondo fisico e digitale

4. Semplicità: secondo il Simplicity Index di Siegel+Gale oggi i brand più disruptive sono quelli che esprimono semplicità e linearità e in questo modo si avvicinano di più alle modalità di ragionamento del cliente. E poi la complessità ha un altro prezzo!

5. Morbidezza: le persone vivono di relazioni e cercano sempre più ‘morbidezza’. Prima ancora di acquistare un prodotto/servizio, ne acquistano il ‘perchè’, ovvero il valore simbolico (guarda il video “How great leaders inspire action” di Simon Sinek). Più le storie collegate ad un brand hanno valore universale, più le persone si riconosceranno in quel determinato valore (guarda il video della campagna #BecauseofMom di P&G).

E voi che tipo di sfide vi proponete per il nuovo anno?

Advertisements

One thought on “LE NOSTRE 5 SFIDE PER IL 2015

  1. Davide says:

    Molto interessante la vostra visione; il punto chiave è avere la propria, svilupparla e eventualmente affinarla. Ho un motto per il 2015 : “Great ideas are simple” . Sovente spendiamo le nostre energie cercando di concepire il prodotto/servizio più innovativo, e spesso lo confondiamo/ identifichiamo con quello più complesso. A mio avviso non c’è nulla che venga apprezzato e premiato più della “semplicità”.
    Oggi più che mai, grazie a connessioni sempre presenti e smartphone, la velocità dell’informazione è praticamente real time e il set informativo degli utenti è sempre più completo; e a questo bacino informativo si avvicinano anche i competitors. Questo porta ad una commoditizzazione dell’offerta. L’utente percepisce questo fenomeno, e premia la semplicità, la schiettezza dell’idea, la trasparenza, e come dice il buon Sinek, la visione che sta dietro al prodotto/servizio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: