EXPLORE TALKS ON “DESIGN FOR BITS AND ATOMS”

Giovedì 9 aprile, Coppa+Landini ha debuttato presso Copernico Milano con il nuovo format “Explore Talks” che è diventato un appuntamento a cadenza mensile presso il nuovo business center e polo per l’innovazione.

L’obiettivo è quello di condividere insieme ad aziende, innovatori, disruptors, startuppers e knowledge workers uno spazio di confronto, stimoli e contaminazione e portare all’esterno un certo know-how interno che si alimenta attraverso l’approccio design thinking utilizzato da noi come principale strumento di indagine”.

ExploreTalks_bitsatoms_data 1

 

Questo secondo incontro dedicato al “Design for bits and atoms” è stata una prima occasione di approfondimento sul futuro della progettazione di prodotti, servizi e interfacce legati alla convergenza tra atomi e bit. E’ stato il primo di una serie di tre “Explore Talks” dedicati alle relazioni tra design, inteso come progettazione, e tecnologia.

Il primo contributo ha riguardato l’ambito del “Design for relationships”. Valeria Murru – Strategic Designer di Coppa+Landini – ha dimostrato con una serie di casi pratici (come la progettazione delle interfacce fisiche che si relazionano in maniera profonda con l’utente è efficace se intuitiva e di immediata usabilità.

Qui le slide del suo intervento:

E’ poi intervenuto Andrea Landini – Co-founder e Strategist di Coppa+Landini – con un contributo incentrato sugli ‘ecosistemi’ fisico-digitali che hanno determinato il successo di brand community internazionali come Nike Plus, che abbiamo già avuto modo di approfondire in questo post.

Il suo intervento si può sintetizzare nel fatto che nel contesto della IoT uno dei fattori critici di successo è la creazione di ponti di significato tra fisico e digitale all’interno dell’universo del brand. E questo continuo rimando tra i due livelli è il valore aggiunto del sistema prodotto-servizio che crea significato per gli utenti e mantiene vivo il loro interesse.

E stata poi affrontata la questione relativa alla grande quantità di dati che gli oggetti connessi stanno producendo a livello mondiale. Marcello Coppa – CEO di Coppa+Landini – partendo dal dato di Gartner che stima che entro il 2020 gli oggetti connessi in uso diventeranno 25 miliardi, ha incentrato il suo intervento sulle sfide che i designer dovranno affrontare per la progettazione di interfacce.

I designer dovranno quindi saper trasformare i dati in saggezza e in soluzioni orientate al futuro, facendo leva sulla conoscenza pregressa. 

Qui le slide del suo intervento:

Nell’ultima fase dell’Explore Talk sono intervenute due startup entrambe proprietarie di interfacce fisiche innovative:

  • “Click’N’Pizza” di “La Comanda” è un bottone fisico con interfaccia digitale che offre la possibilità di ordinare rapidamente la propria pizza preferita a domicilio. Il bottone si attacca magneticamente al frigorifero. “Cick’N’Pizza” è il primo esemplare della “Click’n ‘ … famiglia”, seguiranno Click’N’Coffee, Click’N’Food, Click’N’Drink.
  • CPUSH è un piccolo dispositivo elettronico che si collega al jack per le cuffie degli smartphone Android ed emette una serie di luci colorate in base alla tipologia di messaggio/informazione in entrata basandosi sulla logica causa-effetto IFTTT (If This Then That / Se questo, allora quello).

“Click’N’Pizza” – ha spiegato Carlo Brianza, Founder di “La Comanda” – non si propone sul mercato consumer come prodotto finito ma come servizio BtoBtoC”. Infatti proprio in queste settimane il team di “La Comanda” ha avviato contatti con grandi catene della ristorazione internazionali che potrebbero dare a breve una svolta importante al progetto. Alla domanda da parte di molti partecipanti sulle potenzialità per il mercato italiano, Brianza ha risposto che, proprio per la peculiarità della tradizione culinaria che contraddistingue il nostro Paese e la presenza di poche grandi catene, andrebbero avviati contatti con i singoli ristoratori. “Una valida alternativa che stiamo ora percorrendo – ha aggiunto Brianza – sarà sicuramente creare partnership con aggregatori di ristoranti e pizzerie presenti sul territorio italiano”.

Appuntamento a maggio con una nuova edizione dedicata al mondo della “digital fabrication” e della stampa 3D insieme a designer di respiro nazionale.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: