Cos’è la leadership?

Dare una definizione di Leadership è un compito difficile. In un articolo pubblicato dal Business News Daily vengono suggerite 33 versioni diverse. Digitando “Leadership” su Google i risultati possibili sono circa 509 milioni.

Prendiamo allora in esame il parere di due influencer del settore come Dave Ulrich e John Maxwell.

Entrambi preferiscono dare la definizione di un buon leader, piuttosto che di Leadership, scomponendo in regole e livelli le abilità che questo deve possedere.

Dave Ulrich, scrittore e noto influencer HR (autore, tra gli altri, di “The Rise of HR: Wisdom from 73 Thought Leaders”), propone un elenco di regole che un buon leader deve mettere in pratica:

1901_500

Dave Ulrich e il “Leadership Code”

  1. Shape the future (Modellare il futuro). I leader sono comandanti e strateghi. Devono sempre interessarsi del futuro e fissare le linee guida per affrontare gli imprevisti. L’obiettivo del leader dev’essere saper rispondere in qualsiasi momento alla domanda “dove stiamo andando?” sia da un punto di vista personale che aziendale.
  2. Make Things Happen (Far sì che le cose accadano). Il leader non deve solo essere in grado di prevedere ma anche prepararsi a fronteggiare ogni situazione. Diventa così esecutore della strategia in azione.
  3. Engage Today’s Talent (Coinvolgere i talenti di oggi). Per un leader è di vitale importanza capire quali siano i bisogni dell’organizzazione e saper utilizzare il talento a disposizione nel migliore dei modi. Ottimizzare le risorse, e soprattutto il capitale umano, è la base del successo.
  4. Build the next generation (Costruire la prossima generazione). Da anni si misura la capacità del top management di scovare e crescere i talenti come strumento di valutazione della leadership aziendale. Investendo sui leader di domani si garantisce il futuro successo dell’organizzazione.
  5. Invest in Yourself (Investire in sé stessi). Questa regola è il fulcro del Leadership Code e promuove la crescita personale. Investire in sé stessi significa imparare, scommettere sulle proprie capacità e perché no, anche accettare il fallimento. I veri leader sono in grado di ispirare chi gli sta intorno attraverso l’integrità e la fiducia in sé stessi.

 

L’autore fornisce un ulteriore strumento di interpretazione e valutazione dei leader. Tracciando due assi su di un piano vi pone tempo e attenzione. Il primo considera l’orizzonte cui si rapporta la fase di pianificazione (breve o lungo periodo), mentre il secondo prende in esame su chi sia focalizzata l’attività del leader (individui o sull’organizzazione).

Picture 1

Fonte: http://bookoutlines.pbworks.com/w/page/14422719/The%20Leadership%20Code

 

John Maxwell, speaker, scrittore e influencer sul tema della leadership, affronta la questione in maniera più scalare. I punti da lui proposti sono un percorso in cinque fasi, con relative abilità, che un leader deve intraprendere per diventare una figura di riferimento a livello globale.

51OFxMpV3cL._AC_UL320_SR288,320_

John Maxwell e i 5 “Levels of Leadership”

I cinque livelli di Maxwell sono:

  1. Position (Posizione): E’ il livello più basso di leadership, l’entry level. Chi non si spinge oltre questo punto rimane un capo senza divenire un leader e fa affidamento su regole, gerarchie e prassi aziendali per esercitare il proprio ruolo. Chiunque può essere incaricato di questa responsabilità, che non richiedono capacità particolari. Le persone ti ubbidiscono perché devono, non perché vogliono.
  2. Permission (Autorizzazione): Rappresenta il primo passo verso il riconoscimento delle qualità di leadership. A questo livello il leader si relaziona con i suoi dipendenti, li coinvolge e li guida. La parola chiave passa da “right” a “relationship” e il principale cambiamento si nota nella reazione dei collaboratori, che non si limitano più a seguire le direttive ma diventano proattivi. Le persone ti seguono perché vogliono.
  3. Production (produzione): In questa fase si passa ad analizzare il successo del leader, ovvero la sua capacità di ottenere risultati. Ottenuta la fiducia dei collaboratori, ora il leader deve portarli alla meta ottenendo impatti significativi a livello di organizzazione. Fare gruppo non è sufficiente, bisogna essere in grado di sfruttare il teamwork e produrre risultati confacenti. Le persone ti seguono per quello che hai portato all’organizzazione.
  4. People Development (Sviluppo dei collaboratori): Pochi riescono a raggiungere questa fase. Al leader si riconoscono non solo la fiducia dei dipendenti e la capacità di ottenere dei risultati, ma anche la propensione a trovare e a crescere il talento. La transizione dalla fase precedente a questa è difficile ed è più facile da riscontrare nel senior management. L’obiettivo del leader passa dal produrre risultati al creare nuovi leader. Le persone ti seguono per quello che hai fatto per loro.
  5. The Pinnacle (L’apice): All’ultimo livello si trovano solo quegli individui dotati di grandi capacità di leadership, sia naturali che raffinate dall’esperienza. Il leader all’apice è in grado non solo di far crescere chi gli sta intorno, ma di creare a sua volta altri leader di livello 4. Chi raggiunge questo status spesso trascende l’organizzazione di cui fa parte e crea una legacy (eredità) aziendale di leadership che continua nel tempo. Le persone ti seguono per quello che sei e ciò che rappresenti.

3ee3a85

Fonte: https://www.linkedin.com/pulse/20140906175342-267722970-the-five-levels-of-leadership-by-john-maxwell

Analizzando quindi il contributo di entrambi gli autori, questo è il segreto alla base della leadership di successo:

  1. Interagire con le persone che ti stanno intorno
  2. Ispirare e coinvolgere le nuove generazioni con un atteggiamento integro e propositivo
  3. Mantenere una visione d’insieme puntando al successo personale e aziendale




Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: